ISTAT: Furti nelle abitazioni AUMENTATI DEL 67%!!!

Scritto da: Massimo Ghisolfi   /  

Nel 2012 sono stati 18.057 i furti nelle abitazioni della provincia di Milano, 15.230 in quella di Roma e 13.438 in quella di Torino.

Se il più alto numero di furti corrisponde alle tre province più popolate d’Italia, il dato più allarmante è quello che riguarda la crescita vertiginosa dei furti in ambito residenziale negli ultimi sei anni.

Secondo una ricerca elaborata da Assiv (Associazione Italiana Vigilanza), sulla base dei dati pubblicati dal Ministero dell’Interno, nel periodo compreso tra il 2006 e il 2012 i furti nelle abitazioni in Italia hanno fatto registrare una crescita del 67%, passando da 141.601 a 236.615.

La classifica delle province che hanno fatto registrare il maggior incremento vede in testa Trento (+70,2%), seguita da quelle di Ragusa (+55,7%) e di Messina (+ 53, 3%).

In rapporto al numero di abitanti, al primo posto troviamo invece la provincia di Lucca con 745 furti ogni 100 mila abitanti, seguita da quelle di Savona (650) e di Pavia (649).

Genova registra 485 furti per 100 mila abitanti.

L’estate, come e’ noto, e’ la stagione piu’ a rischio, soprattutto per chi parte lasciando incustodita la casa in citta’. Ma negli utimi anni si è registrato un incremento dei furti anche nelle stagioni che prima venivano considerate “più tranquille” ovvero nelle festività natalizie e pasquali e durante i ponti: quando comunque vi è la probabilità di lasciare la casa incustodita per periodi di vacanza, anche brevi.

Le indagini Istat rilevano che gli accessi piu’ usati dai ladri sono finestra, balcone, garage o porta lasciata aperta (34% dei casi), segue lo scardinamento della porta (27%) o la forzatura di una finestra (12%).

Gioielli e pellicce, obiettivo del 53% dei furti, sono il bottino piu’ ricercato, seguito dal denaro contante (52,2%) e, a distanza, da televisori, computer, macchine fotografiche, cellulari ecc. con circa il 25% dei furti.

Oltre dotarsi di sistemi elettronici di protezione e sicurezza, si ricorda di adottare anche alcune precauzioni utili per evitare brutte sorprese al ritorno delle vacanze:

- evitare di utilizzare per la segreteria telefonica la formula ‘’siamo assenti” ma preferire ”in questo momento non possiamo rispondere;

- se si sta via a lungo, e’ meglio non far accumulare la posta nella cassetta, chiedendo a un vicino di ritirarla;

- fotografare tutti gli oggetti di valore contenuti in casa allo scopo, in caso di furto, di avere piu’ probabilita’ di ritrovarli in mezzo al bottino recuperato dalla polizia in qualche retata;

- attivare un servizio di pronto intervento su allarme che assicuri un rapido intervento sul posto (ad esempio di una guardia giurata armata), evitando quindi i gravi rischi derivanti da un intervento personale da parte di familiari o amici cui vengono affidate le chiavi e di avere brutte sorprese che rovinano le vacanze.

← Post meno recenti Post recenti →